Progetto di una Lan Aziendale

per piccoli uffici (10 postazioni max)




Premessa

Questo progetto si rivolge a piccoli uffici, studi di avvocati, agenzie assicurative, agenzie disbrigo pratiche et similia, o aziende che abbiano la necessità di ottimizzare i costi e velocizzare i processi di lavorazione delle pratiche.

Quanto trattato in questo documento descrive come realizzare una piccola rete professionale per un ufficio, di massimo 10 postazioni di lavoro, dotata dei seguenti servizi:

In figura 1 lo schema base della rete.

Figura. 1


La rete consta di tre server per la gestione dei vari servizi, sia le macchine che i servizi verranno descritti più approfonditamente più avanti nel documento, un router/firewall per la connessione ad internet, una serie di massimo 10 postazioni corredate da telefoni VOIP o cuffie e un numero vario di telefoni ethernet o telefoni tradizionali con adattatori ethernet.

Tutte le configurazione esposte in questo documento sono solo indicative, così come i prezzi che sono tratti dai siti per la vendita on line di hardware.

Tutto il software utilizzato per la realizzazione di questo impianto è open source con libera distribuzione ed utilizzo.


I server

Nell'impianto sono presenti tre macchine con funzioni di server di rete, uno con funzioni di disco di rete(NAS), uno con funzioni di centralino VOIP ed uno multifunzione.

Il server NAS

La dotazione hardware del server NAS è descritta nella scheda numero 1, il sistema operativo è FreeNAS 0.68, sistema operativo con appliance per la gestione e la condivisone dei dischi in rete.

Il sistema operativo è installato sulla pendrive da 256MB, mentre i due dischi da 160GB serviranno per l'immagazzinamento dei dati delle cartelle condivise, dei datafile dei database ed ogni altro dato necessario.

Per l'installazione di questa macchina si può procedere nel seguente modo:

  1. Inserimento sul canale primary master del controller EIDE della scheda madre della macchina di un lettore CD.

  2. Collegamento della pendrive alla scheda madre (meglio se tramite cavo in modo da poter chiudere all'interno del case la pendrive con la macchina a regime).

  3. Installazione sul pendrive del sistema operativo FreeNAS tramite il cd d'installazione.

  4. Rimozione del lettore CD.

  5. Inserimento sul canale primary dei due hard disk da 160GB.

  6. Completamento della configurazione di FreeNAS secondo i bisogni.

Per maggiori delucidazioni sul come procedere si può consultare la documentazione sul sito ufficiale di FreeNAS.

L'installazione di un server nas è opzionale in quanto, qualora


Il centralino VOIP

La dotazione Hardware del centralino VOIP è descritta nella scheda numero 2, il sistema operativo è TrixBox, un sistema basato su Linux Debian minimale, con l'aggiunta dei pacchetti Asterisk, software per la gestione dei centralini Voip, FreePBX, portale web per la gestione e la configurazione di Asterisk e AstraFax, modulo per la gestione dei fax su TrixBox.

La scheda madre in uso nella configurazione scelta, ha quattro slot pci, su ognuno dei quali è possibile installare un modem ISDN del modello riportato nella scheda numero 2 a cui collegare una borchia ISDN, ai fini di questo documento si presume che l'ufficio presso cui realizzare questo impianto sia dotato di tre borchie ISDN per un totale di sei linee telefoniche, pertanto si monteranno solo tre modem ISDN, di cui due gestiranno quattro linee telefoniche, il terzo gestirà una linea telefonica e una linea per il fax tramite il modulo Astrafax.

Il sistema Trixbox supporta anche schede con più ingressi ISDN o schede per flussi telefonici primari da 30 linee.

Il sistema TrixBox può interagire con dei SoftPhone, telefoni software (es. Skype, Ekiga, X-lite et similia), con telefoni ethernet (telefoni che si collegano direttamente alle prese RJ-45 per rete dati) o con telefoni analogici dotati di adattatore.

Tramite il sistema TrixBox si può dotare ogni utente, ogni postazione e ogni gruppo di utenti o di lavoro, di interno telefonico, segreteria telefonica, fax in entrata ed in uscita, casella vocale e risponditori automatici con menu multipli.

L'installazione del software è completamente automatica, per la configurazione si rimanda al sito ufficiale e alla letteratura in rete.


Il server multifunzione

La dotazione hardware del server multifunzione è descritta nella scheda numero 3, poiché nell'impianto la presenza del server NAS è opzionale, la configurazione riportata la presenza di due Hard Disk da 160GB che possono fungere da disco di rete oltre che per incamerare i dati dei vari servizi che la macchina dovrà erogare ad essa sono inoltre collegate due stampati, una a colori multifunzione e una laser bianco e nero, schede 4 e 5, opzionalmente si può aggiungere un lettore a nastro da utilizzare come unità di backup.

I principali servizi installati sulla macchina sono:


Per l'archiviazione dei dati si può utilizzare un'applicazione wiki, basata su MySql e Apache, oppure un'applicazione realizzata ad hoc basata sempre su MySql e Apache.

Poiché questo progetto prevede due possibili scenari riguardo la configuratione hardware dei client, una con client diskless ed un con client non diskless, nel caso si opti per la prima configuratione, sarà necessario installare come servizio aggiuntivo LTSP, che servirà per gestire i client e fare in modo che questi ultimi carichno alla partenza il sistema operativo.

Come sistema operativo del server multifunzione è Ubuntu, questo sarà anche il sistema operativo dei client nella configuratione non diskless.

L'installazione del sistema operativo è automatica, per la configurazione dei servizi si rimanda alla letteratura disponibile in rete o ai manuali allegati al documento.


Lan e Internet

La connettività tra i client e i server è garantita da un hub ethernet a 16 porte come quello della scheda numero 6.

Tutti i dispositivi appartenenti alla rete sono configurati con indirizzi in classe privata del tipo 192.168.1.X .

La connettività verso internet è garantita da un router del tipo descritto nella scheda numero 7, il router funge anche da firewall e access point wireless, con crittografia WEP fino a 256 bit per eventuali portatili con sistemi win32.


I client

Come già accennato nel paragrafo relativo al server multifunzione, il progetto prevede due possibili configurazioni hardware per i client, una diskless, scheda numero 8, ed una non diskless, scheda numero 9.

La configurazione con client diskless, comporta che i client, ogni volta che vengono accesi, richiedono al server multifunzione il sistema operativo, e tutte le configurazioni dei software installati sul profilo dell'utente che stà accedendo al sistema.